Mese precedente Giorno precedente Giorno successivo Mese successivo
Visualizza per anno Visualizza per mese Visualizza per settimana Vedi Oggi Cerca Vai al mese
Candelora
Venerdì, 01 Febbraio 2019, 20:30
Visite : 49

CANDELORA con Gimmi alle ore 20.30 aperto anche ai non soci

Cerimonia: La notte della “ Candelora”

Questa festa nasce dall’antica tradizione celtica che festeggiavano il ritorno alla luce nel quale si risvegliava la terra; era vissuto come una grande occasione per attrarre benefici spirituali e materiali a chi partecipava. Era la festa del rinnovamento e della purificazione e della rinnovata giovinezza nel corpo e nello spirito chiamata “Ombolc” che significa risveglio della terra dopo il freddo e scuro inverno.

Per gli antichi romani questa celebrazione, dedicata a Fauno Lupercus, serviva a purificarsi prima dell’avvento del nuovo anno e a propiziarne la fertilità, si festeggiava a metà tra il solstizio d’inverno e l’inizio della primavera. Nel mese di febbraio che deriva da “februare” che significa purificare. Sempre in merito alle origini italiche della Candelora, nel “Lunario Toscano” dell’anno 1805 si ritrova questo testo:”La mattina si fa la benedizione delle candele, che si distribuiscono ai fedeli, la qual funzione fu istituita dalla Chiesa per togliere un antico costume, che in questo giorno in onore della falsa dea Februa con fiaccole accese andavano scorrendo per le città, mutando quella superstizione in religione di pietà cristiana”. Per noi, riprendere questa tradizione è incanalare nuove energie per il nostro rinnovamento ed aiutare  Madre Terra  in questa fase di grande cambiamento di tutta l’umanità.

La candela ha un significato molto profondo: accesa rappresenta i cinque elementi (fuoco: la fiamma; terra: la cera solida; acqua: la cera liquida; aria: è necessaria per bruciare; spirito: la fiamma va sempre in alto) e si consuma come la vita umana: l’uomo nasce, vive e muore ma la sua essenza è eterna.

 

Ci troviamo per festeggiare il rinnovamento, il cambiamento e lasciare l’antico buio per una nuova luce, porteremo candele da caricarle con le nostre vibrazioni di amore, gioia e vitalità, esse ci serviranno per illuminare i nostri periodi più scuri durante l’anno e accendere la luce dell’armonioso  benessere.

Ci uniranno canti, rituali e se possibile anche danze per celebrare e ritrovare la fonte della giovinezza interiore e stimolare la forte energia della creatività che è dentro ad ognuno di noi per vivere un anno di realizzazioni di ogni nostri progetti e desideri.

RITO della Candelora:

Venerdi  1 Febbraio 2019, ore 20,30

L’ARC en CIEL, Via Cadriano 3 BOLOGNA info tel.: 051 503456 cell.340 2710847

 

 

Indietro

Powered by Bologna